Luca Pietrantonio

Luca Pietrantonio

serie c: Castello passa in extremis !

Dopo la batosta di Molinella, arriva al Cavina altra pretendente alla vittoria finale di questo campionato, CSpietro Olimpia. Budget importante, roster di giocatori esperti e blasonati, allenatore affermato.

Ci aspettavamo una reazione importante e invece abbiamo dovuto assistere a due quarti pessimi, con brutto atteggiamento, al limite dell'indisponente. Gli avversari hanno mostrato un clinik di basket con temi importanti; pick e roll, back door , spaziature, concentrazione, pazienza. 12 a 24 dopo 10 minuti, 32 a 51 a meta' gara, dopo essere stati sopra di 26 punti.

Il baratro era molto vicino, come puo' accadere tante volte nella nostra vita, non solo sportiva. A questo punto la scelta e' da fare, obbligatoria; continui con quella faccia e dai colpe a tutti(allenatore incapace, societa' che non trova budget, compagni scarsi, arbitri di parte ecc ecc) o inizi a guardarti dentro e ti chiedi: ma io, cosa sto facendo per il bene del gruppo? Sono davvero esentato da colpe? Mi va poi bene finire con una figuraccia del genere?

Quelli che non hanno anima scelgono la prima strada(facendo poi anche un po' di sana polemica magari, ergendosi a paladino degli alibi!) . Quelli che hanno anima, orgoglio vero, non ci stanno e mettono cuore, non tecnica. Ho detto cuore.

Sicuramente i giocatori hanno giocato i primi 20 minuti con una falsa intensita', vicino all'uomo ma mai aggressivo. In totale mancanza di fiducia nel compagno e nell'allenatore. Altrimenti non si sarebbe arrivati a quel differenziale(pur non volendo sminuire i meriti degli avversari).Ecco perche' la scelta dell'allenatore e' stata di "assumere responsabilita'" o forse non scaricarle, perlomeno. Contrariamente alla nostra storia sportiva, sono state azzerate le rotazioni. In campo i senior, quelli che devono guidare. Quelli per cui la societa' si fa in quattro per trovare risorse e giocare a basket. Volevamo capire  se gli uomini, prima che i giocatori, erano giusti o non all'altezza del campionato . 

Poi non so cosa scatti nella testa dei ragazzi, in grande onesta'. La molla scatta, un pelo alla volta e prende sempre piu' forza, non appena i risultati danno conferma e non appena senti magari i compagni e i tifosi incitare, soddisfatti di vedere lottare.

Dopo aver subito 51 punti in 20' di gioco, i reds si trasformano; 7 punti subiti in 10 minuti, avete capito bene. Difesa alta, vogliosa, determinata. Senza accettare passivamente le scelte oculate degli avversari, mettendo sassolini nei loro ingranaggi ben oliati. Recuperi, contropiedi ma anche attacchi equilibrati, con buoni tiri costruiti e non inventati. 52 a 58

Ultimi 10 minuti; gli avversari sono sulle gambe, in poco tempo si bruciano tutti e tre i time out a disposizione. Un mezzo infortunio a Des non ci ferma; li raggiungiamo e superiamo, fino al +4. Meno di due minuti alla fine gara. Gli avversari si attaccano all'esperienza dei suoi giocatori(Trombetti muove il tabellone, forse il canestro piu' importante). I reds attaccano e subiscono fallo, ma purtroppo la precisione ai liberi e' scarsa, molto scarsa(5 errori, quanto mai importanti in questo frangente). Sbagliamo anche un tiro da tre, ben costruito  che avrebbe chiuso la gara. Siamo a +2. Azione seguente la palla va in mano al loro play(ha giocato in palcoscenici ben maggiori, e si vede) che tira da tre dal palleggio e segna(il difensore del bloccante, non mi ricordo chi sia, ne faccia tesoro!!). -1 a 26 secondi dalla fine.

La panchina reds non chiama minuto di sospensione(per non dare modo di respirare agli avversari che infatti non tenevano in difesa) anche per poter sfruttare tutti i 24 secondi a disposizione e non lasciare quindi tempo di "risposta" al CSPietro; Greg invece decide di attaccare(aveva trovato un vantaggio per la verita') e subisce fallo. 1/2 al liberi e quindi parita'. 14 secondi per il Castello per vincere(a questo punto a noi sarebbe andata bene anche la parita', fisicamente stavamo meglio), la palla sta sempre in mano a Bedetti, come prima; attacca a due secondi dalla fine, va in contatto con Artese e trova il fallo a suo favore(fallo di corpo a due secondi dalla fine, non sul tiro.......voglio vedere chi ha il coraggio di dire che lo avrebbero fischiato anche a parti invertite).

Glaciale dalla lunetta; il primo lo mette e il secondo lo sbaglia apposta per non permettere di chiamare time out. Lo sbaglia oltretutto con criterio, la palla schizza e quindi in due secondi riusciamo solo a tirare da 20 metri, sbagliando. Castello vince +1.

Bella gara, non c'e' che dire. Avvincente, molto eloquente. Puo' un uomo essere vuoto e andare sotto di brutto per poi reagire pochi minuti dopo(inserendo dubbi su dubbi a quotati avversari) e dominare la gara? La risposta e' si. I presenti confermeranno.

Tante ma tante informazioni da elaborare per lo staff di allenatori; forse le capiremo forse no. Zero alibi per la squadra. Ora e' inconfutabile; se giochiamo con l'intensita' dei primi due tempi, perdiamo da tutti. Se giochiamo con l'intensita' degli ultimi due quarti, possiamo vincere da tutti e segnare un nuovo inizio di storia per l'Atletico Basket. Ai giocatori la scelta. Il resto e' aria fritta; gli avversari costano a spanne circa 4 volte noi; pur non pagando parametri in cassa non abbiamo un euro(avessimo scelto la linea delle altre squadre, saremmo CHIUSI, sia chiaro. nessun amico del giaguaro puo' dire l'opposto, estratto conto alla mano). In campo questa differenza non si e' proprio vista....il basket e' proprio bello !

Abbiamo la presunzione di essere educatori prima di allenatori(non siamo professionisti, facciamo un altro mestiere nella vita, un motivo ci sara'??!!) come missione. Non ci interessa la tattica(potevi chiamare minuto, potevi metterti a zona, potevi mandare a sinistra, potevi mandare al centro, potevi fare fallo ecc). Questi discorsi mi appassionano zero; di solito sono fatte da chi non ha nulla a che fare non lo sport vero, giocato. Sono discorsi che appassionano il pubblico, quello che parla senza mai aver corso su e giu' per il campo, con un polmone che esce dalla bocca per i troppi battiti generati dal cuore(sono i giocatori da meta' campo o gli allenatori che stanno a sedere.... no grazie, non fa per me). Alla mia eta' oltretutto, quando uno inizia a parlarmi con un se o con un ma, non riesco piu' a seguirlo. Non c'e' la controprova? Allora lascia stare, stai dando fiato alla bocca.

Abbiamo perso tante gare di solo un punto....guardate i nomi di chi ha fatto l'ultimo cesto, e andate a vedere dove hanno giocato nel loro passato. Poi cercate di ricordare chi dei nostri ha sbagliato e dove ha giocato. Se vuoi costruire qualcosa devi prima poter sbagliare, in serenita'. Nessuno del mondo Atletico Basket, fa un processo a un ragazzino che sbaglia l'ultimo tiro e neanche se sbaglia la scelta. Tra un po' di anni, vedremo se la scelta dara' i suoi frutti. Il tempo e' galantuomo, per tutti.

Io mi impegno tante ma tante ore alla settimana per insegnare parole come onore, rispetto, fatica, equilibrio, orgoglio e soprattutto Gruppo. In maniera molto onesta, tutti ne parlano, pochi sanno di cosa si tratta. Io non cambio idea, questa e' la mia strada. Non mi fermera' nessuno. Come gia' successo nel passato, quando non saro' apprezzato, togliero' il disturbo. Ma non cambiero' linea, mai.

I singoli;

tutti entrati in campo, ma stavolta in tanti con minutaggi esigui(non era certo giusto dare responsabilita', che non hanno, ai piu' giovani!Andavano giustamente tutelati). tognaz 1 minuto, Bruno, 3 min, Ricky 2 min, Frank 5 min, teo 8 min, silver 7 min. In loro poniamo tanta fiducia e speriamo, al piu' presto, di tornare alla classiche rotazioni, per essere intensi maggiormente e per trovare, ogni gara, almeno 3 di loro che contribuiscano in maniera massiccia alle statistiche della gara

Se i senior che citeremo, avessero messo l'intensita' dei 20 minuti finali, nei primi 20 minuti, gli altri compagni avrebbero contribuito e avrebbero seguito l'onda. E sono certo che avremo vinto. Senza dubbio.

Greg 19 p 2 rimb 3 ass 3 rec 4 pp 4 fs, 6/11 da due 1/5 da tre 4/7 ai liberi

jack 8 p 12 rimb(6 in attacco, se ci vai li prendi eccome!)3 ass 2 rec 5 pp 2 fs, 1/9 da due 2/4 da tre

rossi 14 p 3 rimb 3 pp 3 rec 2 ass 0 falli subiti(?)1/2 da due 4/9 da tre

artese 12 p 4 rimb 3 rec 3 pp 5 ass 6 fs. 3/6 da due 2/3 da tre 0/2 ai liberi

enry 10 p 8 rimb 5/9 da due, 1 pp, 2 ass 2 rec 1 fs

des 8 p 1/1 tl 2/4 da due 1/4 da tre 5 rimb 3 rec 3 pp 1 ass 2 fs

Un applauso particolare va fatto al pubblico, che ha sostenuto la squadra anche sul -26. Bello vedere la tensione che si e' generata a fine gara, l'ansia. Tutti, mi pare. Poiche' comunque puoi criticare quanto vuoi, ma se sei un reds, lo sei poi per davvero. Se anche non lo sei, fai fatica a non applaudire un gruppo di ragazzi che tenta l'impossibile, buttando tanti attributi in campo-

orgoglio reds. orgoglio. Fin dal primo allenamento utile, per prepararsi a proibitiva trasferta, contro Rebasket.

 

 

  • Pubblicato in Serie D

Serie c asfaltata a Molinella !

Sabato sera a Molinella, contro la prima in classifica. Solo due sconfitte da inizio anno per i padroni di casa, di cui una al Cavina !

Partiamo dicendo che da 7 anni di gestione "Pietrantonio", per la prima volta ci presentiamo in 11 poiche' troviamo difficolta' nel convocare uno dei tanti cinni del vivaio(per onor di cronaca sappiamo per certo che qualche under20 sarebbe venuto di corsa, ma volevamo dare spazio anche ad altri....bella scelta!?!). Brutto segnale. I detrattori dell'allenatore daranno subito a lui la colpa; i detrattori della squadra daranno la colpa all'ambiente. Io dico che il mondo sta andando a rotoli dal punto di vista sociale. Quando giocavo io da under(non c'era Garibaldi, era un po' dopo), nessuno e dico nessuno avrebbe mai rinunciato a una convocazione di serie d, figurarsi in serie c. Ma i ragazzini di oggi pensano di avere tutto, e si perdono. Alla fine stringi stringi, non hanno nulla di valore. Ma questo sarebbe discorso fuorviante rispetto alla gara)

I padroni di casa sono lanciati, in forma e con il dente avvelenato per la gara persa all'andata, quanto mai inaspettatamente.

Pronti via e si capisce quanto la mente umana, unita alla forza generata dall'allenamento, possa spostare montagne. Ogni giocatore di Molinella e' piu' alto e da' almeno 10 kg rispetto a un pari ruolo nostro. All'andata la mettemmo sull'aggressivita' e sulla corsa, diventando cosi imprendibili e indigesti. In neanche 4 mesi di lavoro, la corrazzata Molinella tiene il nostro passo, aggredisce in difesa e gioca con grande sicurezza in attacco(a loro tanti ma tanti complimenti. Non mi stanno simpatici, ne' i giocatori ne' chi organizza, ma io sono onesto. Mi ricordo le critiche ricevute all'andata perche' mettevamo noi le "mani addosso". Ecco, ora lo fanno loro, ma io li stimo. Questo e' basket, quello vero. Quello che porta risultati di crescita e vittorie. Le "mani addosso" le metti solo se sei molto allenato, e infatti non ti fischiano fallo, perche' lo fanno tutti i giocatori, sempre di continuo. E per la verita' non sono mai le mani, e' il corpo. Fossero le mani, lo farebbero tutti e tutti sarebbero sanzionati continuamente per falli! L'etica sportiva che ho dentro il cuore, mi dice di dire Bravi, continuate cosi!). I reds, per contro, sono molto piu' morbidi in difesa, non corrono a dovere(o corrono a casaccio) e inventano soluzioni personali in attacco, disunendosi nelle difficolta' trovate.

21 a 15 dopo 10 minuti e 44 a 27 alla pausa. Per  il gioco visto, se gli avversari avessero segnato anche tiri da tre liberi, creati dopo ottimo giro di ribaltamento, il differenziale sarebbe gia' stato proibitivo.

Terzo quarto; prima andiamo sotto di 25 punti, per poi reagire e arrivare a meno 11. Un canestro di difficolta' estrema di Molinella, rilancia la squadra di casa e riporta in stato "depresso" i giovani reds. 61 a 45 al 30° e finale 85 a 57, - 28.

Sonora lezione, da cui, gli intelligenti(non parlo solo dei giocatori) potranno trovare grande linfa per il futuro. I "tristi" come dicono a Bologna, potranno tranquillamente dare libero sfogo alla chat chiaccheroni; l'avevo detto io......l'allenatore non ne becca una.... la squadra e' divisa.... era meglio l'anno scorso......

Questi personaggi sono quelli che nella vita, almeno sportiva ma io dico non solo, sono quelli che non hanno mai costruito una mazza. Non fanno nulla. Sanno solo aspettare di criticare. Accomodatevi. Anzi vi sfido proprio ora che la squadra e' in difficolta'. Dico: esponetevi, ditelo forte. Prendete posizione netta. Perche' poi, quando questi ragazzi vi dimostreranno di avere cuore a sufficienza(lo stanno capendo ora quello che gli allenatori vanno dicendo da 3 mesi a questa parte, su etica lavoro. Su stato di forma. Sul giocare e faticare insieme. E io sono ancora pronto a spingerli oltre questo difficile e ripido scalino da superare, per chi vorra' provare a farlo.) vi buttero' in faccia i vostri commenti da bar.

La gente non ha memoria, basterebbe andare indietro negli anni e vedere cosa uno ha creato o cosa non ha creato. Basterebbe andare a vedere i chiaccheroni cosa dicevano di noi 7 anni fa e poi 5 anni fa alla prima prima promozione e poi 3 anni fa al primo difficicilissimo campionato di serie d, ecc ecc

Poi dico io che, a forza di salire dei gradini, prima o poi troveremo un ostacolo insormontabile, per livello tecnico e fisico. Bene, lo accettero', ma sicuro dopo aver lottato con le unghie e coi denti. Cosi usciro' vincitore ugualmente, perche' lo sport e' questo. Non altro!

I singoli; bisognerebbe sparare sulla Croce rossa, sparare a zero su chi sta rendendo poco o niente. O addirittura e' dannoso per larghi tratti. Ma non sarei io. Il buon allenatore, quello che non ha paura di prendersi responsabilita' perche' non e' si deve vendere, lo si vede chiaramente in questi momenti.Se il livello di forma e gioco e' questo, il primo colpevole e' l'allenatore. Certo tanti giocatori, per noi senior, stanno rendendo meno delle aspettative. Dovrebbero essere quelli che guidano i cinni giovanissimi che stanno facendo esperienza, per poi essere integrati entro qualche anno nel pieno della gestione della squadra. In realta' buona grazia a oggi che producano qualcosa per loro di buono, figurarsi dare una mano. Ma il tempo e' galantuomo per tutti, io so aspettare. Lavorando duro.

A chi ha reso davvero poco(rossi 1 p 0/5 al tiro 22' di gioco, artese 3 p 1/9 al tiro 27' di gioco, enry 3 p 1/6 al tiro ma 11 rimb, in 23' di gioco, riky 0 p in 10 di gioco, frank 3 p 1/5 al tiro in 14 min di gioco) o ha reso ma chiaramente con numeri non edificanti(greg 10 p ma 4/17 al tiro, jack 15 p e 12 rimb ma 6/16 al tiro, teo 7 p 3/6 in 19 min di gioco, des 12 p 5/9 al tiro 3 rimb in 20 min di gioco) ho solo da dare indicazioni da ex giocatore. Scritte, perche' io mi espongo, cosi rimangono per chi vorra' andare a rileggerle tra anni e anni:

capita a tutti di sbagliare partite; capita a tutti di non fare canestro; capita a tutti prima o poi di scontrarsi con un livello che sembra proibitivo(tecnico o fisico); capita a tutti, prima o poi, che il fisico ti autorallenta e gli avversari vanno piu' veloci. Il giocatore evoluto, vincente e' quello che trova soluzioni. Si allena ancora piu' duramente e produce statistiche di diverso tipo. Una partita non segno.....e io prendo rimbalzi. Una partita non prendo rimbalzi..... e io difendo alla morte, prendo sfondo. L'arbitro mi penalizza non fischiando fallo.... e io attacco con piu' veemenza inducendolo a fischiare per forza. 

Tutto questo senza mai abbassare lo sguardo, testa alta. Come di un vero soldato che si e' preparato bene, ha eseguito i compiti prestabiliti con il proprio generale. E l'esito sara' solo vittoria. Quella vera che non dipende dal risultato numerico della gara.

Finiamo anche con note liete; Bruno ha giocato pochi minuti, ma ci pare in miglioramento fisico, speriamo continui a lavorare. Samu e' un 2003, ha giocato 9 minuti, 3 p 2 rimb 1 rec 1 pp 1 st, e a fine gara sentivo che si lamentava di non aver dato abbastanza, di aver subito fisicamente. Tanta roba. Onore a lui, comunque andra' la sua crescita di giocatore, perche' cosi diventera' uomo vero.

Ultima nota lieta, la classifica. Siamo dove speravo di essere nei miei sogni migliori di agosto. Ora teniamo la barra dritta e riprendiamo il cammino. Chi pensava a una classifica diversa, vada a farsi una tac, da uno vero. 7 anni fa questi ragazzi non dominavano in prima divisione!! Tutte le crescite vere sono organiche, programmate. Passo dopo passo. Per assaporare meglio tutte i gradini superati...tutti apparentemente insormontabili!

Animo reds. Grazie

  • Pubblicato in Serie D

under 16 batte Pianoro con fatica !

Ultima gara del primo girone, contro Pianoro che gia' ci diede grattacapi all'andata.

Partita vinta di 19 punti, 66 a 47 ma mai il punteggio fu cosi non veritiero. Vi raccontero' di una partita scialba per i nani reds, con poca intensita' e poche idee. Certo gli avversari si sono schierati a zona 2/3 stile "presepe", ci mancava solo il bue e l'asinello(su tale argomento e su altre mini scorciatoie cercate da tanti ma tanti allenatori, mi sento pero' di lanciare una riflessione. Siete proprio sicuri che questa sia la via per "insegnare basket" a questi ragazzi? Certo riduce il divario con avversari tecnicamente e fisicamente migliori. Ma tanto perdi poi uguale alla fine. Ma a questi ragazzi cosa rimarra' al termine di anni di giovanili condotti in questa maniera? Quando andranno a giocare coi senior, la zona e' un di cui. Perche' sappiamo tutti che poi gli avversari segnano da fuori. E quindi mi dite che impareranno dopo a difendere uomo a uomo? Mah... non ne sono convinto.).

La difesa diciamo tattica comunque sia non deve essere un alibi. 11 a 19 primo quarto. 26 a 29 a meta' partita. 43 a 41 al 30°......

Con i punteggi capirete che proprio eravamo in bambola. Sia in attacco ma anche in difesa. 19 punti subiti nel primo quarto.....per andare in media a circa 80, non bene, per non dire altro.

Perche' questo? Nessuno lo puo' sapere con sicurezza, ma posso fare supposizioni, molto ma molto vicine alla realta' penso, visto che vedo per tante ore alla settimana questi ragazzi. Immagino gia' la partenza con mille alibi(a noi manca ricky, naldi, moro e soprattutto il toro-bubu dell'ultima gara..... della serie chi manca e' sempre il migliore!). Poi quella mezza sicurezza da quasi sbruffone di chi dice "ne abbiamo dati 30 a zola....". Poi parte la gara e ti scontri contro il bue e l'asinello sopra descritto. Le cose non vengono(capita!!!!!) e quindi parte l'ansia; anziche' reagire e difendere, succede che in attacco sparacchiamo e basta e oltretutto per contro, difendiamo meno del solito perche' depressi dall'attacco...... ecco la storia.

Il basket, lo sport in generale, serve proprio per questo motivo; e' l'opposto. Tutti bravi a sorridere, a impegnarsi, a darsi il "cinque" quando le cose vanno bene. Tutti amici...."big family" dicono i grandi!! Certo. Quando va bene appunto. Quando invece sorgono difficolta'(logiche peraltro!) iniziamo a vedere cosa c'e' alla base del ragazzo e presto dell'uomo. Sa soffrire? Sa stringere i denti? Sa portare un proprio mattone senza incolpare i compagni o l'allenatore(dare un "cinque" anche a chi fa errore no?)? Sa trovare soluzione e non elencare problemi?

Tutto qui. Si chiama crescita, sviluppo. Ma non tutti riescono a fare questo passaggio. Basta guardare ahime' i social; pieni di slogan, di persone che sanno incolpare altri di mancanze proprie!!! 

Finita la semi ramanzina, torno a dire due parole della partita; diciamo che sul 28 a 15 ci siamo riscattati, iniziando a difendere decentemente(intanto coprendo contropiede...). Siamo leggermente migliorati via via, fino al terzo quarto da cui abbiamo tratto, a mio modo di vedere, linfa da chi aveva giocato poco o niente. Tede e Perdo per esempio, che hanno dato uno scossone all'apatia generale, con qualche recuperata o rimbalzo importante. Da qui abbiamo difeso bene, corso e attaccato in equilibrio(eravamo a rimbalzo su quasi ogni tiro, e li abbiamo presi.....ma pensa te??!!). + 2 al 30° e poi gli avversari hanno perso fiducia ed erano stanchi. Quindi in pochi minuti abbiamo creato il gap finale, onestamente falso, 66 a 47

I singoli(premettiamo che quasi tutti sono stati davvero sotto tono):

tra i migliori citeremo Emilio che pero' fa tanto bottino alla fine e sicuramente ha difeso poco(se parliamo dei migliori, figurarsi poi le altre prestazioni). Quando non sa cosa fare, tira. Non e' questa la soluzione. 23 p 10 rimb, 4 rec ma 9/22 al tiro e 4/6 ai liberi. per fortuna comunque che ha fatto questi punti, siamo sinceri

tognaz brutta gara. E' in partenza per la gita. Forse mentalmente era gia' andato. 6 p 10 rimb. Anche in difesa non e' lui, solo qualche stoppata(a mio parere non e' un bel segnale se usi solo questa tecnica, visto che ti aiuta l'altezza. non sara' sempre cosi).Aspettiamo il guerriero di zola, non il tenerone di ieri sera!

Alba buona gara. 10 p 7 rimb 3 rec. Ma mai che ci faccia vedere: qui guido io!!! Un'azione buona e una a nascondino....

Lollo 5 p, 1 rimb 2 rec. usato anche poco, ma pur sempre troppo timido

Simo 11 p 10 rimb. 4/11 al tiro. gran parte fatti in fondo alla gara. Prima era andato a chi l'ha visto....

Miki 5 p 2/8 al tiro. non benissimo. 9 rimb(bene, migliorato) ma 3 pp e soprattutto in vera difficolta' in difesa(poco aggressivo per non dire altro e sempre dietro poi a ogni taglio subito. ogni!)

Rodri e alex. poco in campo, ma non e' che lascino poi una gran traccia. Forza ragazzi!!

Tatto; sembra un mitra senza sicura. 5 tiri una palla persa in 7 minuti di gioco. zero punti, zero rimbalzi. diamo la colpa all'infortunio che gli ha tolto la forma che aveva raggiunto. Il modo di giocare, in attacco non ci e' piaciuto. Emblematico di tutta la squadra, blando in difesa e in attacco ha tirato qualsiasi cosa gli sia passata per le mani, senza pensiero alcuno. Facciamo tesoro per prossimo futuro

Dano 3  2 rimb ma qualche confusione, generata da ansia per la difesa tattica avversaria. 

Perdo e tede dico i migliori. lo ammetto, sono strano, ma spesso poi ci piglio. Sono quasi certo nell'affermare che senza i loro minuti di voglia e intensita', il resto dei giocatori non avrebbe reagito in questo modo. Vederli difendere vicino, andare in aiuto con grinta(Tede), prendere rimbalzo in traffico(Perdo). Attaccare con decisione(entrata tede, tiro di perdo). Ha fatto svegliare anche i compagni, date retta. Bravi! Ora allenarsi bene e dimostrare sempre il vostro valore, se volete conquistare minuti in campo.Chi produce va sempre in campo. Non mi ricordo nel mio passato da giocatore, un allenatore che non mi metteva in campo quando dimostravo ogni allenamento, di essere meglio del mio pari ruolo(con difesa, con canestri, con passaggi si intende.... non chiaccherando dei massimi sistemi)

Forza ragazzi, torniamo a lavorare forte. Tra poco parte il secondo girone denominato "a orologio" da cui non possiamo sbagliare match se vogliamo arrivare alle finali. E io lo voglio. Tanto. Per voi.

all in red !

  • Pubblicato in Under16

serie c: zero punti, tanta esperienza !

Venerdi sera, a Forlimpopoli, partita quanto mai importante per la classifica(entrambe 12 punti) e per vedere confermata la buona prestazione col CVD.

Segnaliamo 20° giocatore al'esordio, il buon Piccio del '99. Serio, silenzioso, lavoratore. Merita.

Segnaliamo infine la presenza sugli spalti del romognolo Stefano Strocchi, che anno scorso ha giocato coi nostri under20, e' venuto a salutarci....mi sa che il mondo Atletico Basket piace proprio!! Grazie

Per la prima volta, voglio pero' aprire una parentesi su arbitraggio e Federazione pallacanestro; l'arbitro piu' esperto ha davvero superato ogni limite. Io non parlo mai di errori nelle fischiate; i miei giocatori sbagliano tanti tiri, tante scelte. L'arbitro, umanamente, puo' sbagliare la fischiata. Certo non gradisco quando non c'e' un vero metro(prima si fischia tutto poi improvvisamente non si fischia alcun contatto). Ma quando l'arbitro di venerdi, si erge a primario attore della gara, con fischiate improbabili e provocazioni continue ai giocatori, allora dico che non ci siamo per nulla. Cosa ha dimostrato? Ora forse fara' un referto pieno di note, di gente che lo ha offeso(mica scrivera' che si avvicinava alla panchina dicendo: chi caccio fuori??!!. Del pubblico, di giocatori, di addetti ecc... Coach Pietrantonio ha preso il suo secondo tecnico in carriera(gia' il primo era un film, ma questo rasenta l'horror....alla federazione scriveremo passo per passo come e' avvenuto, vedremo se questa grottesca situazione continuera'...). Se dopo 20 anni di gioco in campo e 7 da allenatore, uno prende un fallo tecnico senza urla, senza sbracciarsi o altro, ci sara' uno che si interroga su cosa va dicendo per i campi di basket, questo signore? Tanto ne siamo sicuri, questo ha il medesimo atteggiamento come modo operativo! Altrimenti continueremo a lamentarci dei pochi arbitri, del livello, ma non cambiera' mai nulla ! Mandiamo questi signori ad arbitrare un po' in 1a divisione(con grande rispetto lo dico, visto che 7 anni fa eravamo li!) cosi magari fanno reale mini riflessione sul motivo per cui arbitrano. Grazie !

Torniamo alla gara, quella vera.

18 a 21 dopo 10 minuti. L'attacco ha giusto ritmo, la difesa e' aggressiva ma ha imperfezioni(presi almeno 3 back door, senza aiuto difensivo....ahi che male!)

Secondo quarto; per il gioco espresso dovremmo essere sopra di 15, invece andiamo negli spogliatoi sul 26 a 32. Pericoloso, dice l'esperienza.

Terzo quarto; le cose si mettono bene. Andiamo sul + 8, sembra gara in controllo. Invece, come all'andata, i singoli avversari inventano triple da cui tornano nettamente in gara.  41 a 42

Ultimi 10 minuti; gli avversari vanno via al 35°, sono +5. Traballiamo ma poi ritorniamo a macinare gioco e li raggiungiamo. 30 secondi dalla fine, 60 pari. Eseguiamo mega azione, bella, equilibrata, ma sbagliamo un facile appoggio. Negli ultimi 8 secondi i locali, non riescono a tirare. 0,7 da giocare; organizziamo rimessa che pero' non produce nulla, supplementari.

In questi 5 minuti si vedra' la vera differenza tra le due squadre; loro segnano 16 punti, con anche due bombe dopo discreta difesa. Noi 11 punti, sbagliando tanto ma tanto, specie dai tiri liberi. 76 a 71, e tutti negli spogliatoi a fare autocritica e capire quanto tesoro prendere da una gara simile.

Tesoro si, perche' bisogna capire che le squadre di questo livello hanno giocatori che riescono a stare fuori gara per 25 minuti per poi esplodere e fare tanti punti in pochi minuti. Questa e' la vera differenza oggi tra i nostri giocatori e i loro. I nostri, se partono male(sbagliano tiri, perdono palle o subiscono fischiate dubbie) vanno fuori gara per tutto il match. Agatensi per fare un esempio, e' entrato in partita nel terzo quarto.... e poi l'ha chiusa con due triple consecutive....

Infine, senza dare eccessive colpe a nessuno(anche perche' su argomento non abbiamo un giocatore eccelso, ahime'!)  come possiamo commentare un 9/25 ai tiri liberi???? Ma questi errori devono entrarci nella testa e capire che l'unica medicina reale e' l'allenamento, con grande attenzione alla concentrazione. Che e' allenabile!!!!! Non ho mezze misure a riguardo, non si puo' giocare questi campionati e tirare col 50%, e' al limite del ridicolo. Forza.

Il commento finale e' pero' che ci siamo, voglio andare contro corrente. Da 4 gara a questa parte, stiamo riprendendo il ritmo, manca un pelo di qualita'. Continuando di questo passo, sono convinto che possiamo ancora toglierci tante soddisfazioni. L'esperienza passa anche da queste brutti risultati(x come sono avvenuti). Non ho dubbi

I singoli:

piccio, bella gara. approccio giusto. 6 minuti intensi. anche due punti. Paste !!

kikko buona gara, peccato si scavigli. Forza e coraggio, ti aspettiamo

Frank, jack, silver, martelli, teo poco/niente. Non entrano in gara, il mattone e' scarso obiettivamente. Chiaro che senza il loro apporto, non siamo la stessa squadra. Non puo' essere che se l'arbitro ci fischia male i primi tre minuti, andiamo poi sempre fuori gara??!!(silver e jack). Non puo' essere che se non entro in partita, tendo poi a giocare a nascondino(teo e martelli). Non puo' essere che tutto dipenda dal tiro(frank). Dai ragazzi, facciamo tesoro degli errori e andiamo avanti!!

artese, rossi, greg, enry, des . Buona gara, obiettivamente. Non eccelsa. Con tutta la nostra gioventu' mostrata...ma qualcuno inizia ad avere 24 anni, serve un cambio di rotto in termini di esperienza. Gabri e' tornato a giocare a flipper o gioca col freno a mano, tanti errori e tante cose buone. 13 p 5 rimb 5 rec 6 ass ma 5 palle perse e 1/4 ai tiri liberi. Rossi segna sempre da 2(4/4) e meno da tre perche' se sbaglia i primi tiri, se li porta dietro tutto il match(2/8). solo due rimb, solo 1 fs. Forza !

Greg 17 p buone percentuali. 4/7 ai tiri liberi pero', con tre errori nel periodo clou. zero rimbalzi(mi ricordo partite da 15....)bene i 6falli subiti

Enry 14 rimb 3 ass 1 rec. Ma in attacco se sbaglia in tiro, inizia a dubitare. Questo non mi piace. Per nulla

Des 10 p 10 rimb 7 falli subiti. 3/10 al tiro e soprattutto 3/9 ai liberi. Difesa da farne tesoro, per capire pregi e difetti, con grande onesta'. Bene ma non benissimo direbbe un tale!

E' mancato quindi poco per sbancare la romagna, ,ma con un 9/25 ai tiri liberi vai poco in la', anche in futuro. date retta

Prossima gara, sul campo proibitivo di Molinella.Avranno oltretutto il dente avvelenato, per aver perso all'andata una delle uniche due gare non vinte.

Ma noi siamo reds o no?

 

 

  • Pubblicato in Serie D
Sottoscrivi questo feed RSS

-1°C

BORGO PANIGALE

Clear

Humidity: 60%

Wind: 6.44 km/h

  • 03 Jan 2019 5°C -3°C
  • 04 Jan 2019 4°C -3°C