INTERVISTIAMO COACH LANZONI !!

Buongiorno a tutti

iniziamo a presentarvi qualche elemento nuovo per Atletico basket, da annata sportiva 2020/2021

Visto la posizione delicata che ricopre, partiamo da Lanzoni "Stebo". Crediamo fortemente che l'allenatore della nostra prima squadra serie c, sia il volano del basket a Borgo. E' dalla prima squadra che possiamo tutti attingere entusiasmo per le squadre under e anche minibasket che abbiamo. 

E' dallo spirito con cui fara' giocare la propria squadra che possiamo o non possiamo, riempire il palazzetto Cavina, covid permettendo.

Con grande certezza posso dire che un ragazzino si impressiona e si gasa per qualcosa che lui , a oggi, non sa fare. Forse una tripla??!!! Non credo. Un tuffo in campo, una recuperata di vera energia, una corsa per recuperare in difesa senza pensare all errore precedente. Un canestro in traffico con tanti contatti; questi sono elementi che vengono evidenziati con grande sicurezza.

Bando alle ciancie...... diamo spazio al nuovo coach serie c:

-come hai fatto ad arrivare nella bassa del Borgo? La Raffa e Tognaz Senior, presumo su consiglio di Piet (spero che sia stato un buon consiglio......) a fine della stagione precedente mi hanno contattato per propormi di allenare la prima squadra, illustrandomi gli obiettivi (crescere con i giovani nostri e non, divertendoci, migliorando e riportando più ragazzi-bambini possibili al Cavina per le partite). A dire il vero anche 3-4 anni addietro Piet mi chiese disponibilità di entrare nello Staff dell'Atletico Borgo, ma proprio nello stesso momento mi cercò il CVD Casalecchio come aiuto-allenatore della prima squadra.   

 

-fai un autopresentazione della tua carriera sportiva Ho iniziato a giocare nella Masi Casalecchio a 11 anni, lasciando il calcio a malincuore il calcio (i miei figli giocano tutti e 2 a calcio); sino a 15 anni giocavo sia a basket che calcio. attacando le scarpe al chiodo come si suol dire (il più grande errore che non rifarei mai) a 23 anni, vincendo il campionato di promozione da capitano. Mentre da allenatore iniziai come istruttore di mini-basket nelle scuole di Casalecchio nel lontanto 1986 (avevo 14 anni), sempre tramite la Masi, per poi scalare tutte le categorie minori per esordire da allenatore in serie D, sempre alla Masi a 28 anni nel 2000. Esperienza che durò tre anni classificandoci sempre fra il 4 e 7 posto (allora ahime ai playoff andavano solo la seconda e terza). Poi dopo un'esperienza al BSL San Lazzaro (allora Cinghioss San Lazzaro), conclusasi con esonero a Marzo quando eravamo terzi in classifica, tornai alla Masi come Responsabile Tecnico dall'Under 14 alla prima squadra, allenando gli Under 18 giungendo 4 ai regionali. Nel 2009 con la seconda figlia in arrivo decisi di smettere di allenare, per tornare in panchina per 3 anni al CVD Casalecchio dal 2016 (con due salvezze senza play-out e dimissioni a dicembre nell'ultimo anno)

 

- che situazione hai trovato in Atletico Basket(sii sincero, almeno una considerazione postiva..speriamo e una negativa)? Una società formata perlopiù da genitori, molto volenterosi e fortunamente poco invasivi, per esperienza personale da amante e praticante di sport è sempre difficile svolgere il ruolo da dirigente e genitore in maniera obiettiva e non "di parte", che insieme a Piet in primis, stanno provando a strutturare un società basata sui propri giovani-ragazzi, concetto che ho sposato subito. C'è da lavorare tanto, ma vedo della sana genuinità con piedi "a terra" e voglia con pazienza di costruire un'ambiente e società che dia opportunità ai ragazzi di non stare troppo in casa davanti alla playstation o altro, con istruttori e allenatori competenti e umili, confrontandosi con il massimo agonismo corretto e sportivo contro le altre squadre

 

- aspettative tue per l'anno in corso Intanto capire se sono personalmente ancora in grado di allenare, con l'aiuto di Federico e Matteo, indispensabili per la categoria che affrontiamo; mentre dal punto di vista sportivo una crescita costante dei ragazzi (ricordiamo che l'età media della squadra si aggira attorno ai 19-20 anni). Per quanto riguarda il risultato sportivo, considerando che gli addetti ai lavori ci inseirscono come una delle squadre più deboli del campionato, sicuramente soprendere tutti con una tranquilla salvezza (sarà dura ma una cosa è certa "sputeremo sangue sempre e comunque" sino all'ultimo secondo di partita)

 

- dai un consiglio su come migliorare la nostra societa' sportiva Sicuramente maggiori spazi palestra e orari consoni (al giovedì ci alleniamo dalle 22.00 alle 23.30) con reclutamento di bambini per formare squadre per ogni categoria o quasi e conseguentemente allargamento del parco allenatori, con persone preparate, umili e non carrieristi, ma consapevoli che la prima cosa che deve fare un allenatore-istruttore, è quello di insegnare i valori dello sport ai ragazzi, cercando sempre di migliorarsi il più possibile. Forza Reds