La mucca dell'Herzegovina !

Ai tanti giovani che oggi seguono il basket va ricordata anche un po' di storia, che non fa mai male. Si dice che, in Italia,  il vero professionismo nel basket serie A arrivo' negli anni 70(spesso i giocatori lavoravano anche, come capita nelle nostre serie oggi per intenderci) e il primo allenatore che veramente era gia' inquadrato da questo punto di vista fu uno slavo, Aza Nikolic, da tutti poi riconosciuto con il nome di Prof !

Questo cerbero allenatore, personaggio a tutto tondo, con ferrei allenamenti, citava questa mucca dell Herzegovina che dava tanto buon latte ma poi , improvvisamente, dava un calcio al secchio! Buttando nel pattume tutto il valore creato. Questa mucca era citata piu' e piu' volte, come similitudine al basket; un giocatore che tanto faceva bene, con tanto impegno, tanto sudore, ma all'ultimo, senza neanche un reale motivo apparente, faceva un castrone da cui si perdeva tutto il lavoro fatto!

Sabato e' stato cosi. Abbiamo affrontato la prima della classe, imbattuta. Rebasket. Un vero squadrone a cui vanno i miei complimenti piu' sentiti. Inquadrati, preparati. Vogliosi e organizzati. Eppure vi raccontero' di una vera battaglia durata 40 minuti. Dove l'atletico basket ha condotto ma mai oltre i 6 punti nei primi 25 minuti di gioco. I reggiani hanno stretto i denti e dal terzo quarto si sono riavvicinati per poi superare nell'ultima frazione; raggiunto anche loro un massimo di 6 punti per poi a loro volta subire l'ultima poderosa spinta dei piccoli reds(confronto a loro, a dire la verita', sembravamo i nani reds!) fatta di solo orgoglio, con cui avevamo vinto la partita. Si', avete capito bene. L'avevamo gia' vinta; piu' 3 a 50 secondi dalla fine, palla in mano. Pressing nemmeno tanto convincente, all'apparenza. Ma qui e' uscita tutta la nostra gioventu', di gruppo, senza incolpare uno in particolare. Palla persa su rimessa e bomba immediata subita. Tiro in attacco sbagliato da noi, pessima scelta. Canestro subito nell'azione seguente(in queste due azioni, ci siamo inchinati davanti a Castagnaro, 35enne che insegna basket ma non per il gioco come tutti diranno, ma per l'attitudine e la lucidita' anche nei momenti di massima tensione. Bravo!) per il +2 reggiano. Ancora 12 secondi per impattare o superare... gli arbitri graziano su contatto Rebasket(ci sta, non diamo colpe a casaccio) e quindi al massimo tiriamo da 8 metri sbagliando, per la piu' bruciante delle sconfitte!

Ma andiamo con ordine:

primo quarto, pieno di tensione e fisicita'(non manchera' da entrambe le parti, per una gara bella e vibrante, senza continue proteste. il vero basket a mio parere!), i reggiani sembrano non credere ai piccoletti del borgo che tengono botta alle spinte(regolari) nonostante difettino di almeno 15 kg a ogni giocatore. 17 a 11

seconda frazione. prosegue il vantaggio dei locali, ma sul finire del tempo, qualche ingenuita' li riporta vicini, 29 a 27. Peccato per i nostri tanti errori, specie in contropiede, per la mole del gioco visto, dovevamo essere a piu' 10 e questo, come sempre capita nel basket, sara' l'errore dominante

terzo tempo. Rebasket ingrana. Addormenta il ritmo. Ha pazienza in attacco. Ci raggiunge e supera. 45 a 48, frutto di 10 rimbalzi sanguinosi lasciati in attacco

Ultimi 10 minuti. Andiamo sotto di 6 punti. Sembra la fine. Poteva anche essere e nessuno avrebbe avuto da ridire, visto che si tratta di esordio in campionato per noi e ripetiamo, visto che tutti i giocatori sono del nostro vivaio(noi ci vantiamo nel dire che non paghiamo un parametro, per intenderci!). Ma la stizza e l'orgoglio che questi giocatori hanno e' tanta. La difesa si chiude come una saracinesca e con qualche contropiede in transizione, li ri agguantiamo e superiamo. Poi il finale come sopra descritto. 60 a 62, punteggio finale, ancora non ci posso credere.

Penso, spero, che quanto successo serva ai nostri giocatori di lezione. Non puoi avere un approccio deconcentrato e impreciso in una situazione di gioco del genere, specie se si tratta degli ultimi secondi. Avessimo fatto il minimo sindacale di organizzazione, che sappiamo a memoria oltretutto perche' il sistema non viene cambiato da 7 anni a questa parte(quando i ragazzi erano under 17!!!!), oggi parleremmo di mega vittoria.

Avanti pure, per chi si vuole migliorare, questa e' una mega medicina. Per chi vorra' solo parlare, questo forse sara' l'inizio della fine, come dicevano di noi gli invidiosi anni fa!

I singoli:

martelli poco utilizzato, ha ancora ritmo e contatti da under. in fretta dovra' capirlo. Un fallo e' un fallo, se poi c'e' il bonus e' un errore grosso. Se poi e' l'attaccante che ti cerca e ti fai trovare con le mani basse, allora e' da pist..a !! 2 p e comunque grintoso, il ritmo pensiamo ci sarebbe gia'

teo: involuto. Di nuovo pauroso di fare, da cui 4 palle perse, di cui 2 in facili contropiedi. Il buon Teo deve allenarsi meglio, con piu' forza. Solo dall'allenamento si traggono sicurezze totali che ti porti in partita. Altrimenti la testa ti fa pensare e se pensi rallenti e quindi sei finito. Questo e' un ragazzo su cui contiamo, ma ora si deve rimboccare le maniche per bene. Quanto generato nelle prime partite non piace, non e' all'altezza delle aspettative e delle sue capacita'.

frank, matteo, tubo; facciamo un discorso unico. I pazzi che allenano all'atletico NON GRADISCONO giocatori ordinati che non perdono palloni ma poi non fanno nulla. Mi sembrano quelli che non sopporto nel mondo del lavoro, che non fanno nulla solo per poter dire non aver sbagliato! I vecchi, che non sbagliano mai(anche se nella societa' di oggi li abbiamo messi o in posizioni che non possono sostenere o defilati in un angolo, purtroppo!) dicevano: chi non fa non falla!!! Frank sarebbe il piu' pronto ma pensa solo a trovare spazio per tirare da fuori(zero rimbalzi, zero recuperi, zero falli subiti.... insommma il resto del gioco e' zero). Matteo si fa spingere anche da chi gli arriva all'ombelico, lo stiamo spronando anche con partite di under20, ma dovra' metterci del suo, non possiamo fare tutto noi! Tubo/romeo si applica ma ha il fisico di una libellula e si vede lontanto un km che non e' abituato al gioco senior; e' intelligente, se continuera' a lavorare, pensiamo col tempo possa avere soddisfazioni, ma oggi siamo lontani da poter giocare attivamente in questa serie !

greg, rossi, art, enry. fino a oggi sono quelli che hanno spinto maggiormente. Sabato hanno pagato dazio. Greg era sulle gambe(8 p solo 1 rimb), purtroppo e' un testone che deve sbattere contro il muro per poi capire. Problemi di falli per non essere concentrato a dovere fin da subito, specie nell anticipare per preservare i contatti....

Rossi difende forte, ma se non segna da tre si intristisce ancora. Zero rimbalzi non e' da lui. Ha sicuro un problemino al ginocchio, ma questo fa parte della vita sportiva, non puo' essere la colpa. Chiaro che tra la prestazione mostruosa col cvd e quella di sabato, ci starebbbe la costanza del super giocatore che puo' diventare.6 p 2 ass, 0 rimbalzi(lui che ne potrebbe prendere a caterve!)

Art non ha gestito il ritmo; o perlomeno tra il 20° e il 35° si e' fatto addormentare, accettando di giocare a difesa schierata. 8 p e solo 3 rimb(ne ha sempre presi tanti, pensiamo lo possa fare ancora!), buona prestazione ma non come ci aspettiamo da chi guida il pulmino! 

Enry: sbuffa. alla fine gioca anche semi scavigliato. 6 p 5 rimb, non sono male. Ma ci ha abituato a ben altro. E' lui quello che ci puo' allargare il campo, da cui avremmo tutti grandi vantaggi. Lo fara', ne siamo certi!

Silver in ripresa. Magari ci spieghera' come mai contro giganti del genere prende 6 rimb e 2 rec in soli 18 minuti e in altre partite ne prende 1 in 22 minuti.... mistero a Borgo Panigale! E' un 99, questa e' la risposta. La costanza e' la dote migliore da raggiungere. 6 p e 3 fs, chiudono la buona prestazione

Des e Jack i migliori. Lo scriviamo uguale anche se Des e' tra gli artefici della pessima rimessa finale e jack non segna nell'ultimo quarto pur giocando 6 minuti. Ma le prestazioni sono globalmente eccelse, quindi troviamo giusto elevarne i dati e non ricordarci(come invece quasi tutto il mondo fa) dell'ultima azione.

Des 9 p e ben 7 rimbalzi!! e 7 fs !!!! Peccato per i tiri liberi....non ti dico des la multa prossima se rifarai una % del genere.....

Jack 11 p 12 rimb. qualche persa per mancanza di ossigeno. 3 fs e tanta sostanza. LO vorremmo piu' leader silenzioso nei momenti topici, ma per ora accontentiamoci. Era un rasta sanguigno e basta. Ora produce quei numeri li!!! Tanta roba, frutto di tanto ma tanto sudore in allenamento, qui non si inventa nulla

Finiamo coi complimenti al pubblico, anche ospite. Il nostro e' bello da vedere. Stiamo migliorando anche li, meno offese agli avversari e agli arbitri(certo che anche questi ragazzotti in grigio, alle volte, sono proprio indisponenti!! ma noi non vogliamo nessun alibi, men che meno questo!) molti piu' incitamenti. Un bellissimo applauso finale , sincero, proprio di chi, come la squadra, ha sofferto ma riconosce di aver visto gente che ha dato tutto quello che aveva, forse anche di piu'!!

Prossima gara a Imola, contro il Grifo ..... solo al pensiero mi torna l'amaro in bocca di due anni fa, eliminati dalla promozione negli ultimi due minuti, dopo averla assaporata!!! Ma vedete come vanno le cose; col senno del poi, possiamo dire che sia stata una grazia. Fare un altro anno di D ci e' servito per maturare tutti, con equilibrio come dice il nostro prof Zecchini.E ora siamo ugualmente in serie c, sabato vedremo chi ha raggiunto il miglior livello dopo due anni di lavoro!

all in red, proprio cosi!!

 

Ultima modifica ilLunedì, 05 Novembre 2018 09:24

8°C

BORGO PANIGALE

Mostly Cloudy

Humidity: 71%

Wind: 35.40 km/h

  • 17 Nov 2018 10°C 5°C
  • 18 Nov 2018 8°C 5°C